gennaio

 < News
gennaio

(25 gennaio) 27 GENNAIO 2005: GIORNO DELLA MEMORIA.

Per il quinto anno si ricordano in tutta Italia le vittime dello sterminio nazista. Centinaia di manifestazioni in tutta Italia. Un minuto di silenzio nelle scuole.


QUINTO GIORNO DELLA MEMORIA


27 gennaio 2005

25 gennaio 2005 Governo,
Fondazione Memoria della Deportazione

Il 27 gennaio del 1945 i soldati dell'armata rossa entravano ad Auschwitz. L'abbattimento dei cancelli del più vasto campo di sterminio nazista rappresentò un avvenimento prevalentemente simbolico poichè il campo era già stato evacuato.
Con la legge 211 del 20 luglio 2000, la Repubblica italiana ha riconosciuto la giornata del 27 gennaio come Giorno della Memoria, "in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti".
Il significato profondo di questa data è anticipato in uno scritto di Primo Levi dedicato ai visitatori del campo di Auschwitz.

"Shoah" è un vocabolo ebraico che significa "catastrofe, distruzione" ed è usato oggi per definire ciò che accadde agli ebrei d’Europa dalla metà degli anni Trenta al 1945.

Per non dimenticare le vittime dello sterminio nazista, anche quest'anno, per la quinta volta, sono state organizzate in tutta Italia centinaia di manifestazioni, moltissime delle quali coinvolgeranno i ragazzi delle scuole di ogni ordine, nelle quali inoltre sarà osservato alle ore 11,45 del 27 gennaio un minuto di silenzio in ricordo delle vittime dei Lager.

La Camera dei deputati ha organizzato un concerto che si terrà alle ore 19 nella Sala della Regina a Montecitorio dal titolo “La musica spezzata dalla Shoah”.

Ad Auschwitz, a partire dalle 2 del pomeriggio, si svolgerà una imponente cerimonia commemorativa, con la partecipazione di moltissimi leader europei e di un grandissimo numero di superstiti invitati per l'occasione dal governo polacco.


Nella impossibilità di fornire un quadro completo di tutte le iniziative, in programma, ne ricordiamo qui soltanto alcune, tra le molte.

A MILANO:

- Il tradizionale corteo popolare del Giorno della memoria quest'anno si svolgerà nel pomeriggio di domenica 30 gennaio, a partire dallo ore 15, con partenza dai Bastioni di Porta Venezia.
In piazza del Duomo parleranno: il rabbino capo Giuseppe Laras, il presidente dell'ANED Gianfranco Maris, il segretario della Camera del Lavoro Giorgio Roilo, in rappresentanza delle organizzazioni sindacali.

- Importanti iniziative nelle scuole, organizzate d'intesa tra l’Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia, l'INSMLI e la Fondazione Memoria della Deportazione.

- Dal 24 al 26 gennaio all'Universita' Statale (Sala Napoleonica, via Sant'Antonio 10/12) si svolge il convegno intedisciplinare dal titolo "Rappresentare la Shoah".
L’analisi delle differenti modalità di rappresentazione della Shoah nei diversi media - nelle memorie o in opere di fantasia, in poesia, a teatro o in racconti e romanzi, in pittura, in architettura o nei monumenti nonché nei numerosissimi film sull’argomento - rappresenta per noi oggi, nonostante o forse proprio in conseguenza della spesso affermata unicità e irrapresentabilità di questo fenomeno storico, l’unico modo possibile di confrontarci con esso.
Al convegno parteciperanno anche alcune personalità internazionalmente note come Aharon Appelfeld, Giorgio Pressburger e Cesare Segre, che hanno vissuto di persona, anche se in modi diversi, la Shoah e si sono confrontati ripetutamente con essa in diverse opere.
La finalità principale di questa iniziativa consiste soprattutto nel coinvolgere direttamente l’Università Statale di Milano, nel provocare e stuzzicare il suo potenziale intellettuale, concentrandolo su questa tematica ancor oggi così centrale. Il successo di questo progetto e della sensibilità presente all’interno dell’Università di Milano per questa tematica è testimoniato dai più di trenta interventi che si terranno al convegno su numerose letterature europee ed extraeuropee, sull’arte, l’architettura e i monumenti commemorativi nonché sul cinema.
Alla pagina web http://users.unimi.it/dililefi/costazza/shoah.htm è disponibile il programma completo del convegno, unitamente ad una interessante presentazione e introduzione.

- Uno spettacolo teatrale del tutto speciale è quello in programma il 27 gennaio presso la scuola elementare "Madre Teresa di Calcutta" di Largo Guerrieri Gonzaga 4: i ragazzi della III D della media "F. Meda" metteranno in scena uno spettacolo originale dal titolo "Non voglio dimenticare" sulla base di un testo da loro stessi preparato.

- Dal 15 al 17 febbraio 2005 ciclo di film allo Spazio Oberdan.
Infatti in occasione della Giornata della Memoria e del 60° della Liberazione, INSMLI (Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia), con la fattiva collaborazione della Provincia di Milano, Direzione Scolastica Regionale, Fondazione Memoria della Deportazione, Fondazione CDEC, Fondazione Cineteca Italiana, organizza la proiezione di un ciclo di film legati alla tragedia della Shoah e alla vicenda resistenziale italiana:
15 febbraio: "Rosentrasse" di M. Von Trotta.
Presentazione a cura di Filippo Mazzarella e Alessandra Chiappano.
16 febbraio: "I nostri anni" di D. Gaglianone.
Presentazione a cura di Daniele Gaglianone e Santo Peli.
17 febbraio: "Oltre la vittoria" di A. Young.
Presentazione a cura di Luca Nosso e Marcello Pezzetti.
Le proiezioni si terranno alle ore 15,30 presso lo Spazio Oberdan, in via Vittorio Veneto 2 a Milano.

A ROMA:

- Alla stazione Roma Tiburtina, dal 26 al 31 gennaio, "Deportazione, viaggio nella perdita dei diritti umani", uno spettacolo a percorso per attore e novanta spettatori su un treno di carri bestiame.
La stazione Tiburtina, luogo della partenza dei deportati, diventa teatro di un viaggio nella memoria che ripercorre lo sterminio perpetrato dai nazifascisti durante la seconda guerra mondiale.
Ogni percorso è condotto da un’ attrice, affiancata da un ex deportato, diverso di volta in volta, che racconta la sua esperienza nei lager. Il treno così diviene contenitore di esperienze, di nomi, di occhi; raccoglie le anime di quelle persone dimenticate che aspettano di essere ricordate sulle banchine dove cominciò il loro ultimo viaggio.

- Al Vittoriano-Ara Coeli, dal 3 al 17 febbraio 2004, si svolgerà la mostra: "Roma/Auschwitz 1943-2003: il cammino della memoria dei giovani romani prosegue".
La mostra, promossa dall’Assessorato alle Politiche Educative e Scolastiche del Comune di Roma, raccoglie, proponendo un interscambio tra passato e presente, i lavori dei 198 ragazzi delle 33 scuole che hanno partecipato al viaggio ad Auschwitz, nello scorso mese di ottobre.
I ragazzi, oggi nuovi testimoni di uno dei periodi più bui della storia, espongono e raccontano, attraverso immagini e parole, le emozioni, le riflessioni e la memoria dell’esperienza del viaggio ad Auschwitz. Esperienza vissuta in modo diretto grazie anche al sofferto ricordo di alcuni dei sopravvissuti ai lager che li hanno accompagnati.
Orari della mostra: tutti i giorni, ore 10.00 – 19.00; ingresso libero.

Per altre iniziative: pagina web http://www.deportati.it/270105.html.

Per ulteriori informazioni:
- Fondazione Memoria della Deportazione, Biblioteca Archivio "Pina e Aldo Ravelli", via Dogana 3, 20123 Milano, Tel. 02 87383240, Fax 02 87383246, e-mail: fondazionememoria@fastwebnet.it
- ANED-Associazione nazionale ex deportati politici nei campi nazisti, Via Bagutta 12, 20121 Milano, Tel. 02 76006449, Fax 02 76020637, e-mail aned.it@agora.it


www.governo.it

www.deportati.it







Stefania Colombi
Redazione Nonprofitonline


Scrivici Copyright - Nonprofitonline.it 2004  







Stampa questa pagina Invia questa pagina ad un amico
tmp
Redazione Nonprofitonline via Donizetti, 30 - 20122 Milano - tel. 02.77886211 P.IVA: 12985430151
redazione@nonprofitonline.it - Copyright - Edinet s.r.l. 2009 - Site Credits
Sciumé & Associati